Marvão

Marvão

Come un impressionante nido d’aquila che al di sopra della zona lontana è Santa Maria de Marvão con il suo storico castello visto da una grande distanza. Con meno di 100 residenti e protetta dalla sua unica, da Mori a termine e le successive re portoghesi bastioni fortificati, i governanti hanno i loro nemici riusciti sempre a mantenere una grande distanza.

In primo luogo abbiamo lasciato Jose Sara Mango, scrittore e premio Nobel, parlando. Ha scritto, sopraffatti dalla grandezza di questo luogo unico, “E ‘comprensibile che, il viaggiatore in questo luogo nella parte superiore della torre del castello del Castello di Marvao, sente borbottando rispettosamente: Quanto è grande il mondo non lo fa … .. “

Marvão ha fatto parte della città romana perduta Medobriga. Le influenze romane di quel periodo si ottiene oggi in tutto il mondo. Ma l’evidenza della vita in epoca preistorica, come menhir unici nella zona, il più grande della penisola iberica si trova vicino al sito, alle porte di Beira, nel territorio del comune di Castelo de Vide.

E ‘stata l’invasione moslimitische che ha avuto inizio nel 711 in Andalusia, dove Abd al-Aziz Marvao nell’anno 714 Marvao, catturato insieme a Coimbra e Santarem, che era l’inizio della regola dai Mori. Questa regola è durato cinque secoli, e il primo re del Portogallo, Alfonso I catturato questo forte nel 1160 il lavoro.

Gli scavi archeologici hanno luogo al pozzo nei pressi del campeggio Beira-Marvão Alentejo situato archeologico Ammaia San Salvador de Aramenha. Qui ci sono un teatro romano, tra gli altri, hanno trovato uno stabilimento balneare e resti di abitazioni e molti ancora in tatto essendo strade. Questo strade paesaggistico con colture da parte dei romani sono parte di questo importante progetto archeologico.

Ammaia ha avuto un ruolo di stazione di cavallo e fu durante il commercio Est-Ovest un importante anello della rete stradale.

C’è Ammaia ancora molto da fare ulteriori lavori archeologici, questo si chiama anche su di uno speciale programma internazionale di scambio di studenti. Da varie università periodi sono organizzati per svolgere la professione archeologico Ammaia. Ora è con l’applicazione delle più recenti tecnologie e grazie a questo lavoro gratificante, lo studente può essere ulteriormente addestrato come un archeologo.

Originariamente Marvão è una fortezza strategica del periodo islamico e il periodo di riconquista (Reconquista) (710-1492). Ibn Marwan al-Yil’liqui, un nobile Moro e utilizzate il castello come sua roccaforte, invece di creare uno stato indipendente. Ha costruito prima ancora l’enorme fortezza lavorare Badajoz in Spagna. I re portoghese D Dinis e il suo re Sancho II ha ulteriormente rafforzato il grande lavoro fortezza.

Durante il ‘Grande’ Guerra, in cui gli spagnoli francesi hanno marciato insieme con gli spagnoli provato con un esercito di 4 a 5.000 truppe per prendere il forte nell’autunno del 1762. Che è stato fatto con un attacco massiccio. Ma presidio capitano Thomas Browne Inglese-Portoghese tese, hanno sconfitto gli spagnoli e portato loro ingenti perdite. Questo fallimento ha contribuito a mettere in discussione dagli spagnoli per un cessate il fuoco.

Dopo la rivoluzione liberale nel 1820 Marvao era un 3 ° fila congregazione visto. La causa era la capacità basse della popolazione rurale e la mancanza di poteri per attuare una buona governance. Nel 1895 tutto il Portogallo sono state sollevate una serie di comuni, mentre Marvao è stato fuso con Castelo de Vide. Il 24 gennaio 1898 città riacquistato di nuovo il suo status amministrativa autonoma.

Il posto Marvão fa parte del Parco Nazionale Naturale Serra de São Mamede. Il parco è di 320 chilometri quadrati ed ha attraverso la sua variegata geologia e il suo microclima una flora e fauna eccezionali. Il colorato gruccione, la grande aquila grifone spesso può essere visto nei pressi del confine con la Spagna, a pochi chilometri dal campeggio Beira-Marvão. E la tartaruga di terra al lupo iberico e alcune volpi, spesso di colore grigio con un grigio bianco grande coda come un pennacchio orgoglioso. Il lupo iberico è un animale caccia in modo indipendente ed è in grado di prendere a soli 100 km al giorno.

Artigianato tipico de Marvao:

Marvao esercitata una vera e propria arte, spesso anche con la castagna cruda. Questo rende lavoro manuale preciso a buon diritto parte del patrimonio culturale dei marvanenses. Questo lavoro manuale ha un gran numero di varianti, come il tradizionale ricamo di una corteccia di castagno marrone, in particolare anche belle ceste di castagno. Questi cestini marrone, che si trasformano dal marrone al castagno materiale e intrecciano, ha le sue origini come strumento nella vita casale, ma era anche un modo per esempio per il trasporto di frutta e verdura.

In aggiunta a queste imbarcazioni che sono legati al castagno, sono ancora una serie di oggetti di legno, argilla e sughero prodotto.

Anche un altro lavoro manuale abile fatto traditionaal può essere trovato in Marvao.

Tra la città e il castello si trova il Museo di Marvão, un must con un record immagine naturale di storia, i costumi – Attrezzature combattimenti – utensili e importanti reperti archeologici provenienti da molti secoli fa

Nei pressi del museo si trova un ristorante a buffet con coppe di frutta estiva, un accogliente bar con il lavoro pranzo a buffet. Ci sono più ristoranti in questa città del castello, sul sito vi informeremo su di esso. Lo stesso vale per gli altri ristoranti della zona, come a Santo Antonio Das Areias, Beira e Castelo de Vide.

Il comune Marvão comprende vari villaggi, chiamato Freguesias, qui vengono organizzate durante tutto l’anno numerose attività, non si può dire che qualcosa è destinato a una stagione particolare. Ci sono molti eventi sportivi come il grande triathlon, arrivi di gare ciclistiche, gare di mountain bike. Per il folklore nel canto, musica e costumi molto spazio e attenzione.

Ma anche feste gastronomiche a cielo aperto, come ogni anno, i Feira de Gastronomia e Artesanato, mostre d’arte, che il castello è, naturalmente, uno splendido scenario e certamente possono essere chiamati l’annuale grande festa medievale, una grande fiera in atmosfera medioevale, che non solo espositori indossano abiti medievali, ma voi come un visitatore può anche attirare abiti medievali che si ottiene anche uno sconto sul biglietto d’ingresso.

I mercati a cielo aperto, dove molti turisti in Portogallo è così famosa, stanno diventando sempre più organizzato.

Marvão ha molti luoghi interessanti. Uno di loro è le grotte calcaree di Escusa. L’operazione economica è iniziata all’inizio del XX secolo, l’operazione è stata interrotta nel 1960.

Abbiamo un sacco di passeggiate e sentieri per ciclisti solo per gli ospiti del campeggio. Questo include un percorso a piedi e in bicicletta dal campeggio attraverso la Serra de Selada e gli scavi della città romana Ammaia, anche conduce attraverso questo unico grotte. Nel 2014, questi “Caleiras la Escusa” dichiarato monumento nazionale.

Stare con un camper sul nostro campeggio Beira-Marvão Alentejo e vuole fare shopping, poi c’è un piccolo servizio di auto a vostra disposizione.

All’interno delle mura che circondano Castello di Marvao, precedentemente chiamato la “sentinella del confine”, troverete anche alcuni bei ristoranti e bar con vista mozzafiato. Naturalmente informiamo i nostri ospiti di questo.

All’ingresso si può già vedere il primo negozio di souvenir dove alcuni bocconcini di Marvao sono appena sfornati. È quindi possibile passare attraverso due diversi percorsi per terminare il castello. Inoltre può essere percorsa per buona parte sulle pareti esterne del forte ancora lavorare molto di più per godere della vista panoramica sul Portogallo e profondo in Spagna.

Vi diremo la storia di Marvão, una buona ragione per fare con queste conoscenze per visitare il castello anche in sé.

Anche se le stanze del castello avevano diversi obiettivi, i fondamenti di Marvão sono collegati al l’ultimo quarto del IX secolo e fino alla persona di Ibn Maruan, che durante la sua ribellione contro l’Emirato di Cordoba si rifugiò in questo settore. Sfruttando le particolari caratteristiche di questo luogo, egli espandere questo castello, che è stato trasformato ripresa da vari governanti per più di 1000 anni e adattato.

Durante la Reconquista Marvao era una posizione importante, e dopo che è stata presa nella seconda metà del XII secolo dai musulmani, è stato da D. Afonso Henriques integrato nel nuovo regno del Portogallo. Marvão ma non ha perso il suo ruolo importante. Al contrario, si è rivelato essere una roccaforte importante per il controllo e la demarcazione del confine, ha ottenuto nel 1226 la prima carta del D. Sanco II.

Dopo il completamento della riconquista cristiana era la divisione difesa e parte della vita di tutti i giorni, principalmente causata dalla attuale minaccia costante spagnola. Per creare una garanzia migliore e proteggere il paese, D. Dinis lasciò il castello agli inizi del secolo XIV, circondato dallo sviluppo urbano e lui rafforzare il suo castello.

Più volte è stato al centro della difesa del confine con il Portogallo. E ‘importante ricordare il ruolo decisivo che aveva nei conflitti, come nella guerra portoghese Restaurazione (1640-1688), nella Guerra di Successione (1701-1715), la Guerra Fantástica (1762-1763), durante la guerra di Orange (1801), nella guerra del / dell’invasione penisola francese (1807-1811), la guerra civile portoghese (1832-1834) e il periodo dopo la rivoluzione di Maria da Fonte e piccola guerra civile Patuleia.

Per visitare la città castello di Marvao abbiamo a disposizione per gli ospiti del campo di diversi fogli.

Ci sono anche percorsi molto belli e soprattutto unici da campeggio a Marvao. Uno di loro è circa il percorso asino originale che Marvao utilizzato per Castelo de Vide patto. Sotto, la vista dal Castello di Marvao a Castelo de Vide.

Il percorso tra Castelo de Vide e Marvão è caratterizzata da molte piccole aziende, con le olive in crescita e pascolo intensivo di pecore e capre.

Quattro Castello Roccaforti del Portogallo, Marvao, Valenca, Elvas e Almeida sono posti sulla lista dei candidati per l’inclusione nella lista del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO. L’applicazione si concentra sulle strutture uniche, insieme con la loro posizione su una delle più antiche linee di confine del mondo.

questi forti sono stati nei secoli passati di baluardi difensivi di monumenti di pace con un posto unico nella storia delle relazioni umane, la cultura e le esperienze condivise. Gli edifici architettonicamente pregevoli enorme innovazione poi riflettere. Con le soluzioni strutturali uniche, con la costruzione della geomorfologia delle strutture del paesaggio ha avuto un ruolo importante.

Oltre ad un valore intangibile unica delle quattro opere forte portoghese sono un esempio unico di architettura militare dei secoli 17 ° e 18.