Beirã

Beirã

La prima descrizione della storia di questa piccola città, chiamata Beirã in esso, che risale al 1837, quando c’erano solo quattro piccole case per l’alloggio dei lavoratori agricoli temporanei presenti, poi è cresciuto, che per una piccola parrocchia .

Questa espressione ecclesiale è ancora usato per i più piccoli (sotto) i comuni, è la traduzione della parola parrocchia.

Ora Beira è proprio freguesia con la propria (eletto) “presidente”, che sarebbe un sindaco nei Paesi Bassi e un consiglio pieno. Entro i limiti di questa piccola città c’è una grande diversità dei suoli e dell’acqua certamente sufficiente, per un paese come il Portogallo, naturalmente, è molto importante.

BC sono stati costruiti all’esterno degli insediamenti cumuli grandi. Anche in è un incontrata Beira, abbiamo contato nei pressi del campeggio 14 di granito scavate tombe, alcuni di loro hanno ancora una lastra di granito come copertura.

In epoca romana, ha portato la terra fertile nella zona di stabilire un certo numero di grandi aziende agricole. Con la fine dell’Impero Romano, la città di Beira è stato oggetto di una nuova riorganizzazione sociale ed economico. Un importante sviluppo positivo era nota allora parrocchia quando nel 1878 iniziò la costruzione della prima parte di una nuova linea ferroviaria.

Questo permette Beirã diffuse rapidamente di quei 4 casette a quaranta molte case molto più grandi, o anche ville intero capitale ed entrò i residenti con l’arrivo dei collegamenti ferroviari a Lisbona e la Spagna e viceversa, aumentando il vento, è venuto due scuole, ci sono diversi negozi sono stati aperti, c’era un teatro e un grande edificio ricreativo con molte attività per gli abitanti di questa città relativamente piccola.

Con l’arrivo del treno a Beira, anche rotto il tempo che il personale ferroviario è venuto a stabilirsi, da venditori di biglietti per il capostazione ei suoi assistenti. Ma qui, naturalmente, è stato anche il lavoro dei funzionari doganali, e, naturalmente, i membri della polizia portoghese di frontiera e le guardie di frontiera, Guardia di Finanza e Guarda Nacional Republicana – GNR Portogallo – è venuto qui a vivere con le loro famiglie.

Questo sviluppo ha fatto un segno indelebile non solo l’allora economia del piccolo paese, ma anche l’intimità contemporaneo e piacevole l’apertura degli abitanti originari ai visitatori del villaggio.

E ‘un po’ un “must” per visitare la bella vecchia stazione ferroviaria, sul lato ferrovia alcune opere d’arte abbagliante per ammirare le piastrelle blu, questa vera e propria arte portoghese farà una buona impressione si lascia.

Beirã divenne formalmente una parrocchia indipendente controllato da immergere l’allora parrocchia di Santo Antonio Das Areias il 24 luglio 1944. In seguito quest’ultimo era una parrocchia personale nella città di Marvão.

Per Beirã rimane valida storicamente il paese, l’ex posto di frontiera della pista con i vicini spagnoli nella provincia di Caceres della regione autonoma dell’Estremadura, e quindi centrale per molte attività economiche e, naturalmente, l’usanza si è tenuto in considerazione, che poi ha avuto anche un buon motivo per Beirã che danno la propria funzione amministrativa autonoma.

Ma oltre a un luogo di transito per persone e merci to e da oltre il confine con la Spagna Beirã era certamente una “città” agraria, con un sacco di cultura, la propria chiesa, due scuole e numerose attività sportive e opportunità di svago, ma anche la propria salute per la società di questa ridente cittadina che si trova all’ombra del castello città Marvão.

Al confine di Beira verso Povoa e Meadas, a destra prima del passaggio a livello, questa roccia. Si tratta di un famoso spot. Nel 1497, sposò a Valencia de Alcántara, il re del Portogallo Manuel de le, chiamato anche felice, o: il Grande, con Crown Princess Isabella, la figlia dei Re Cattolici spagnoli. E ‘noto dalla tradizione che questa grande roccia durante i loro incontri, è stato per questi due come luogo di riposo ombreggiato. Ogni anno, questo matrimonio è ricordato dal Marvao comunale congiunto e Valencia de Alcantara con feste storiche vestiti.

Beirã ha diversi pre-storico Antas, che in dolmen olandese, chiamato anche stanze di pietra preistoriche. Menhir anche essere trovati qui – questi sono stati utilizzati dalle nazioni preistoriche per fare formazioni di megaliti, queste strutture preistoriche sono correttamente grazie ad una segnaletica chiara.

Sono molto buoni punti di partenza per passeggiate nella splendida natura del Parco Naturale Protetta di São Mamede, che si estende da circa un po ‘a nord di Campo Maior, che si trova a 15 km dalla Badajoz spagnola fino alla quota orizzontale vista della Cáceres spagnola .

Beirã non è solo un bel posto da cui partire per belle passeggiate, il primo percorso meraviglioso inizia a Camp Beira – Marvão Alentejo e passa attraverso un fiume a Beira, solo a deviare in direzione sud verso Marvão e Gallegos. Per gli amanti di gite in bicicletta questo è un bel percorso in bicicletta, dove si arriva quasi nulla a che fare con salite e discese forti.

Ulteriori informazioni sulle numerose possibilità di sentieri escursionistici e, naturalmente, le percorsi ciclabili si trovano sotto il pulsante: Walking Alentejo

Così si può fare una bella passeggiata per un bel pezzo di storia di Beira, una casa davvero gigantesca in stile coloniale, appena fuori dal villaggio, circondato da molti operai terra, cappella privata, aree di lavoro, la cantina e lo stoccaggio di olio d’oliva. Vi sentirete come in un mondo diverso. Tra l’altro, qui è stato premuto l’olio d’oliva e la controversia inedito vini creati. È lo stesso olio che oggi anche pressatura stesso modo tradizionale come nostra quinta.

Lungo il percorso si incontrano un sacco di opportunità di utilizzare un rinfresco, come a Beira stessi Bar-Ristorante Sabores de Marvao, che serve anche un ottimo pranzo a prezzo normale.

A Beira sé la matanza si svolge ogni anno.